Cartolina da un Paese immenso

Gloria

Da Lecco in Russia per un anno

Sono partita per la Russia sapendo davvero poco di questo Paese, oserei dire che non sapevo quasi niente, e me lo immaginavo un posto del tutto diverso.Non posso dire che inizialmente mi ha stupito, ma poi mi ci sono abituata, perché la Russia è un Paese da scoprire ogni giorno, ogni giorno vengo a conoscenza di qualcosa che il giorno prima non sapevo.
Sono partita per la Russia con l'idea di arrivare in Europa, non è stato così, ho trovato molto di più, per quanto sia stato difficile adattarsi ad ogni tipo di abitudine, è un'esperienza che sceglierei mille volte ancora, rifarei da capo i lunghissimi tragitti in treno, le passeggiate con -30°C fuori, le notti in bianco a scuola, le lasagne e il pandoro, direttamente dall'Italia, la mattina di Natale, prima di andare a scuola.
Quest'esperienza mi ha aperto gli occhi su moltissime cose.Sono finita nella quarta città più grande della Russia, e qui le città sono davvero molto grandi. La Russia è un Paese enorme e quindi le distanze, per noi italiani lunghe, per loro non si possono neanche considerare distanze; se una città si trova a 300 chilometri di distanza è vicina, molto vicina: è grazie a questa percezione che qui si ha la possibilità di viaggiare moltissimo e vedere ogni volta posti nuovi e meravigliosi. E' un Paese pieno di caratteristiche che si adattano al clima, dai passeggini-slittino al tipo di pietanze che mangiano.

  • Gloria e la sua famiglia a Natale
  • Con la sorella
  • A scuola

Un anno pieno di amicizie e attività per Gloria in Russia

La Russia è una realtà diversa, dalla relazione tra i membri della famiglia alla scuola, è qualcosa da scoprire e, secondo me, scoprire queste differenze (e capirle) è stata la cosa che mi ha fatto crescere maggiormente.
Quest'esperienza mi ha aperto gli occhi su moltissime cose, ho una nuova visione del mondo, oserei dire completamente diversa da quella che avevo prima, ho trovato nuovi amici che vengono da posti anche molto lontani, ho trovato me stessa, ed era una cosa in cui non ci speravo veramente, e mi innamoro ogni giorni di questo magnifico Paese, non potrei essere più felice della mia scelta.

Gloria

Da Lecco in Russia per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio anno dominicano

    Buongiorno a tutti, vorrei iniziare citando la frase che mi ha fatto andare avanti in questi undici mesi: "Tutto ciò che vogliamo sta dall'altra parte della paura". E si, sto parlando proprio di paura perché, sinceramente, chi...

    Linda

    Da Verona in Repubblica Dominicana per un anno

  • Prossima Storia

    Oggi, come vent'anni fa, la mia vita a Santo Domingo

    Sono ricercatrice e docente universitaria di letteratura spagnola e mi reco spesso a Santo Domingodove ho rapporti con diverse università e con il Ministero di Cultura. Tutto questo lo devo al mio anno in Repubblica Dominicana (1995/96),...

    Marina

    in Repubblica Dominicana, da Monza, nel 1995...e back again!

  • Prossima Storia

    Fate esperienze nuove

    Giugno 2015, mia madre risponde al telefono, sorride, è felice, sono in macchina di fianco a lei. Riattacca: “Jack, andrai in Irlanda!”Io, un ragazzo di 16 anni, che non sa cosa aspettarsi dell’anno che verrà. Giugno...

    Giacomo

    Da Ravenna in Irlanda per un anno

  • Prossima Storia

    Sfidando un nuovo spazio: la mia esperienza scolastica all’estero.

    Provare a vivere in un Paese straniero nasconde mille sorprese. Il segreto, anche se impossibile, sarebbe non avere aspettative. Lo scorrere dolce di un ruscello che incontra un precipizio diventando cascata e si ritrova tutt’un tratto...

    Marianna

    da Sarno in Lettonia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here