Non un addio ma un arrivederci

Rossana

Partecipante allo scambio di classe fra l'I.T.E. Raffaele Piria di Reggio Calabria e la scuola superiore di Bielsko-Biała, Polonia

Una famosa frase dice "Il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina" e, a conclusione di questo bellissimo percorso, credo che possa riassumere al meglio ogni emozione vissuta.L'esperienza è iniziata ad ottobre quando noi, studenti dell'I.T.E. "Raffaele Piria" di Reggio Calabria, abbiamo ospitato per una settimana un gruppo di ragazzi polacchi provenienti dalla città di Bielsko-Biała. Sono stati sette giorni di avventura, incontro e confronto, ma soprattutto di condivisione.
Ho avuto il piacere di ospitare in casa mia Majka, sedicenne con la passione per la moda e per il viaggio, che fin da subito mi ha stretta tra le sue braccia come se fossi sua sorella. Ospitarla nella mia famiglia mi ha permesso di vivere un'esperienza a stretto contatto con una cultura diversa e distante migliaia di chilometri, ma vicina alla mia grazie alla condivisione di attimi quotidiani. Inoltre, ha avuto la possibilità di conoscere le bellezze del territorio in cui vivo, la calda accoglienza delle famiglie calabresi, la storia millenaria e i colori di una regione che sembrano non morire mai.
Sono stati sette giorni di avventura, incontro e confronto, ma soprattutto di condivisioneE' stata un'opportunità per vivere un Paese dall'interno, conoscere le sue tradizioni e la sua cultura e stringere amicizie che rimarranno impresse nei nostri cuori per molto tempo.
Conclusa la settimana in Italia, ho atteso con ansia il giorno in cui sarei salita sull'aereo per uscire dai confini italiani per la prima volta. Come primo viaggio all'estero, non avrei potuto desiderare di meglio. Infatti, arrivata a destinazione, ad aspettarmi c'erano dei ragazzi un po' cresciuti rispetto a qualche mese prima, ma con lo stesso entusiasmo con cui mi avevano abbracciata per l'ultima volta prima di salire sul pullman che li avrebbe riportati a casa. Fin da subito ho potuto condividere con loro le mie impressioni sul loro territorio, e tra una risata e l'altra il clima di fratellanza e amicizia è tornato a farsi sentire dopo molti mesi.
La settimana di scambio è stata ricca di visite nei luoghi caratteristici del loro territorio, come Cracovia, le miniere di Sale di Wieliczka, la casa di Giovanni Paolo II, la cittadina di Bielsko-Biala, Breslavia, e così via.
L'accoglienza a scuola è stata formidabile. Gli studenti ci hanno accolti con musica italiana e prodotti tipici provenienti dal nostro territorio, accostati a piatti polacchi che, insieme, formavano un bel puzzle di cultura e bontà. Abbiamo inoltre ripercorso la storia polacca nelle sue tappe fondamentali e abbiamo fatto un tour guidato nelle aule della loro scuola, che mi sono sembrate moderne e dotate di ogni attrezzatura utile all'istruzione.
Gli studenti ci hanno accolti con musica italiana e prodotti tipici provenienti dal nostro territorio, accostati a piatti polacchi che, insieme, formavano un bel puzzle di cultura e bontàNon potrò mai dimenticare l'affetto della famiglia di Majka, che è stata in grado di trattarmi come parte fondamentale della loro vita. Le distanze iniziali sono state sostituite da chiacchierate, risate e abbracci condivisi nei momenti trascorsi insieme. Non potrò mai ringraziarli abbastanza per l'amore, la protezione e la sicurezza che mi hanno trasmesso in così pochi giorni, perché ormai sono la mia seconda famiglia.
I nostri compagni di scambio sono diventati i nostri fratelli, lontani geograficamente, ma vicini nello spirito. I ricordi dei loro sorrisi, delle loro parole di incoraggiamento a scoprire la loro terra, i loro racconti sugli aneddoti di vita trascorsi in Polonia, sono ciò che ci spinge a scoprire nuove frontiere del mondo, a essere protagonisti di avventure e ad aprirci al viaggio.
Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno fatto sì che questo sogno diventasse realtà: la mia scuola, la mia famiglia, i ragazzi di AFS Intercultura e la grande famiglia polacca che sicuramente sarà protagonista di altre avventure con noi molto presto, perché non è stato un addio, bensì un arrivederci.

Rossana

Partecipante allo scambio di classe fra l'I.T.E. Raffaele Piria di Reggio Calabria e la scuola superiore di Bielsko-Biała, Polonia

  • Prossima Storia

    Essere mobili, ossia essere più vivi

    Chelsea era australiana, con gli occhi azzurri e la voce sottile. Nella scuola dove insegno io entrano tutti i giorni eroi omerici, poeti e filosofi, qualche scienziato pure, ma un’australiana studentessa internazionale non era arrivata...

    Mariarita Semprini

    Insegnante presso il liceo Giulio Cesare di Rimini

  • Prossima Storia

    Un'olandese a Bari

    Quest'anno scolastico è iniziato con una piacevole novità: nella mia scuola, il Liceo Cartesio di Triggiano, in provincia di Bari, dove insegno lingua e letteratura inglese, è arrivata Lina, una graziosissima ragazza olandese...

    Anna Catacchio

    Insegnante presso il liceo Cartesio di Triggiano, Bari

  • Prossima Storia

    L'intensità dell'India

    Questo viaggio in India è stato per me fantastico e sensazionale, un’esperienza indimenticabile.Vivendo due settimane in una famiglia indiana ho imparato a conoscere la loro cultura e le loro usanze che con i giorni sono riuscita...

    Daria

    Partecipante ad uno scambio di classe con l'India

  • Prossima Storia

    Entusiasmo e amicizie in Serbia

    Riportiamo parte della relazione finale redatta dai responsabili del progetto di scambio di classe tra il Liceo G. B. Vico di Laterza (TA) e il Gimnazjia di Mladenovac (Serbia), in particolare la fase di accoglienza degli studenti serbi nella...

    Insegnanti del Liceo "G. B. Vico" di Laterza (TA)

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Serbia

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here