rss
HomepageCercaMappa del sitoLinksRichiedi informazioni

Centenario AFS

UNA STORIA STRAORDINARIA 

Intercultura festeggia i 100 anni di AFS


Gioventù e volontariato furono i primi capisaldi di un’organizzazione creata in Francia da giovani volontari statunitensi per salvare i feriti della Prima guerra mondiale e poi diventata un movimento per l’educazione alla pace e al dialogo. Correva il 1915 quando i pionieri di AFS si misero alla guida delle prime ambulanze. Quella che era un'avventura di ragazzi desiderosi di dare valore alle proprie vite si apprestava a entrare per sempre nella grande Storia del mondo.

 

Così nacque l'American Field Service, e Intercultura, che ne è la rappresentante e la continuatrice in Italia, ha celebrato a partire dal mese di novembre del 2014 il Centenario dell’AFS con un ricco calendario di manifestazioni in tutta Italia, con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e del Comitato Nazionale per le Commemorazioni del Centenario della prima guerra mondiale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

Il volontariato, lo spirito di solidarietà internazionale, il coraggio della gioventù e il valore del dialogo interculturale rappresentano, a 100 anni di distanza, la preziosa eredità degli ambulanzieri, portata avanti oggi dai volontari di Intercultura.

 

I volontari di Intercultura hanno organizzato nel corso del 2015 più di 100 eventi locali, che hanno spaziato dalle conferenze alle manifestazioni culturali di ogni genere, occasioni per riflettere sul tema del dialogo interculturale e della convivenza pacifica tra persone di culture diverse e per festeggiare insieme 100 anni di storia. La mostra fotografica itinerante "Una storia straordinaria", composta da 12 pannelli e collegata attraverso i codici QR ai contenuti multimediali della mostra virtuale ha arricchito le manifestazioni organizzate per raccontare visivamente come un’organizzazione creata per salvare i feriti in guerra è diventata un movimento per l’educazione alla pace, che aspira a curare le “ferite del mondo”.

 

Il culmine delle celebrazioni è stato il convegno internazionale "Saper vivere insieme. Umanitarismo, riconciliazione, educazione alla convivenza", che si è svolto dal 1 al 3 maggio 2015 tra Trento e Rovereto. Il convegno si è articolato in una serie di testimonianze portate da individui ed organizzazioni che operano oggi nel settore dei soccorsi umanitari, della riconciliazione dopo un conflitto e dell'educazione dei giovani a vivere pacificamente insieme tra popoli di cultura, lingua e tradizione diverse. Per saperne di più, visita il sito www.sapervivereinsieme.org.

 

Le altre iniziative che hanno arricchito questo anno straordinario per l'AFS e per Intercultura possono essere così riassunte: 

  • Una mostra virtuale, realizzata in collaborazione con il Professor Francesco Tissoni dell'Università di Milano. Un sito che documenta la storia internazionale dell'AFS e che contiene documenti e filmati fruibili per manifestazioni celebrative del Centenario, fotografie, passi di autori di "ex ambulanzieri", statistiche, percorsi didattici per le scuole. Visita la mostra.
  • La campagna di crowdfunding "Dona un anno che ne vale 100" per dare a tutti la possibilità di effettuare grandi e piccole donazioni e finanziare borse di studio per programmi all’estero in favore di studenti meritevoli e bisognosi di sostegno economico. Se vuoi partecipare anche tu, clicca qui.
  • Il libro "Dove sta la frontiera. Dalle ambulanze di guerra agli scambi interculturali" edito da Hoepli, a cura di Stefania Chinzari e Roberto Ruffino. Un libro sugli uomini e le donne che hanno fatto l'AFS e ne hanno determinato l'evoluzione da soccorso umanitario a movimento per l'educazione alla pace. Prefazione di Gustavo Zagrebelsky. Per saperne di più visita il sito di Hoepli, dove puoi anche acquistare il volume in formato cartaceo o e-book , in lingua italiana e in inglese
  • Il documentario di RAI Storia. Grazie alla collaborazione con gli archivi dell'American Field Service, RAI Storia ha prodotto un bellissimo documentario della durata di 27 minuti utilizzando il ricchissimo patrimonio di lettere, diari e memorie lasciati dagli ambulanzieri. Guarda il documentario sul sito di RAI Storia.


Stampa
Realizzato da tnx.it - Siti Internet

copyright © 2016 by Intercultura.it
Cookie - Privacy - Dati societari