La nostra storia

Intercultura in Italia nacque negli anni successivi alla II Guerra Mondiale, per iniziativa di un gruppo di volontari che avevano vissuto esperienze interculturali all'estero, apprezzandone il potenziale educativo e la carica innovativa rispetto ai programmi scolastici tradizionali.

A livello internazionale le origini dell'Associazione risalgono al 1915, quando in Francia, un gruppo di giovani volontari diede vita ad un’organizzazione umanitaria denominata American Field Service (AFS).

1915. Nasce AFS

In Francia, un gruppo di giovani volontari americani animati da uno spirito umanitario che andava al di là dei confini nazionali presta soccorso ai feriti sui campi di battaglia della I Guerra Mondiale, dando vita ad un’organizzazione umanitaria denominata American Field Service (AFS). A questo movimento in breve tempo aderiscono oltre 2.700 giovani, che salveranno migliaia di vite umane.

1939. La II Guerra Mondiale

Gli ambulanzieri AFS tornano in servizio, ma dopo la caduta di Parigi lasciano la Francia e seguono gli Alleati in Medioriente, Nordafrica, Kenya, India, Birmania. È l’inizio di quella contaminazione culturale che formerà il DNA interculturale dell’organizzazione. Nel 1943 i volontari AFS sbarcano a Napoli a Salerno e a Taranto e risalgono l'Italia con le loro ambulanze. Nell'aprile del 1945 tra coloro che inorriditi varcano i cancelli del lager nazista di Bergen-Belsen ci sono anche loro.

1947. Al via gli scambi

Preceduto da alcuni scambi per studenti universitari, prende avvio il programma per giovani liceali di tutto il mondo, con l’obiettivo di costruire ponti tra culture diverse e contribuire al diffondersi di una cultura di pace. In Italia i primi scambi avvengono in collaborazione con l'Ambasciata statunitense, poi nel 1955 nasce ufficialmente l'AFS Associazione Italiana.

1977. Il nome diventa Intercultura

La rappresentante italiana di AFS diventa “Intercultura”: il cambio di nome porta con sé anche un cambiamento di rotta. Il baricentro dell’Associazione non si trova più negli scambi studenteschi in quanto tali, ma nell’educazione interculturale, intesa come valore in sé e strumento attivo per costruire la pace nel mondo.

Intercultura oggi

I 4.000 volontari di Intercultura in Italia, insieme ai duecentomila sparsi nel mondo su cui può contare la rete AFS, rappresentano la più vasta rete di volontariato dedicata alla promozione e al sostegno degli scambi educativi internazionali.

Per saperne di più

  • Il documentario di RAI Storia. Grazie alla collaborazione con gli archivi dell'American Field Service, RAI Storia ha prodotto un bellissimo documentario della durata di 27 minuti utilizzando il ricco patrimonio di lettere, diari e memorie lasciati dagli ambulanzieri. Guarda il documentario sul sito di RAI Storia.

  • La mostra virtuale, realizzata in collaborazione con il Professor Francesco Tissoni dell'Università di Milano, documenta la storia internazionale dell'AFS. Il sito contiene documenti, fotografie, filmati, lettere degli "ex ambulanzieri" e materiale didattico per le scuole. Visita la mostra.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here