Malesia: una terra, tre (e più) religioni

Daniele

Da Savona in Malesia per un anno

Il Ganesha Chaturti è una festa induista che si celebra ad agosto o settembre, in base al calendario lunare indù. La festività è dedicata al dio Ganesha, uno dei più venerati e durate la giornata si svolgono rituali che omaggiano la divinità.
La mattina, mio padre ospitante si è svegliato presto per portare al tempio le statue di Ganesha presenti in casa. Intanto, io e mia mamma, mentre tornavamo da scuola, siamo andati da un'amica di famiglia che ci ha dato dei dolcetti. Arrivati a casa, abbiamo trovato le statuette pulite, decorate e agghindate con abiti colorati. Mia mamma ha preparato dolci tutto il giorno, poi li ha fatti benedire e li abbiamo mangiati tutti insieme. Molti dolcetti, e anche frutta e bevande sono state offerte alla statua del dio. Il dolce più buono era sicuramente il riso dolce! Dopodiché, io, la mamma e i miei due fratelli più piccoli siamo andati ad un tempio. Abbiamo fatto i vari rituali e abbiamo mangiato lì: ci hanno servito riso e varie salse, tutto vegetariano (gli induisti di solito non mangiano carne nei giorni sacri) ma molto buono.
La mattina, mio padre ospitante si è svegliato presto per portare al tempio le statue di Ganesha presenti in casa

  • Daniele e amiche AFS
  • Daniele e amiche AFS

Tre etnie, tre lingue,tre religioni, tantissime amicizie, feste e soddisfazioni nell'indimenticabile anno in Malesia di Daniele

Beh, dopo aver passato questa festività con dei veri induisti, devo dire che forse la maniera indù di festeggiare è più semplice di quella italiana, o per lo meno, più presa alla leggera: i bambini, per esempio, non attendono la festa con la stessa trepidazione con la quale i bambini italiani attendono la befana o il coniglietto di Pasqua. Agli appassionati sfegatati della cultura orientale e agli hippie piace dire che "l'induismo non è una religione ma uno stile di vita" (viene detto lo stesso del buddhismo). Ovviamente non è corretto, ma è sicuramente vero che l'approccio che hanno gli induisti con la religione è meno rigido di, per esempio, quello dei musulmani, dei cristiani ecc.
La maniera indù di festeggiare è più semplice di quella italianaPer molti versi, gli induisti assomigliano ai cattolici italiani moderni, i cristiani per definizione che "credono ma non praticano". È un po' una generalizzazione ovviamente, ci sono gli integralisti in tutte le religioni. Inoltre, "induismo" è un termine collettivo che in realtà riguarda centinaia di correnti diverse, e da sempre ad esse si è affiancata una grande produzione filosofica, con innumerevoli interpretazioni e spiegazioni di maestri, alcuni magari considerati santi. La ricchezza di filosofia è un'altra differenza con le religioni occidentali, che, molto dogmatiche, hanno sempre represso le correnti di pensiero che non aderivano ad esse. Come si può capire l'induismo è qualcosa di molto complicato, e perciò è molto difficile trovare un induista che conosca appieno la propria religione. In ogni caso è una cultura bellissima ed estremamente ricca che merita di essere esplorata, per quanto articolata.

Daniele

Da Savona in Malesia per un anno

  • Prossima Storia

    Quest'anno Babbo Natale lo faccio io

    Natale quest'anno è stato di domenica, quindi non c'è stato problema con la scuola, ma normalmente le scuole indiane il giorno di Natale concedono una 'tregua' e vengono chiuse, alcune danno persino le vacanze vere e proprie di...

    Federico

    da Rieti in India per un anno

  • Prossima Storia

    Un anno di scuola in India

    Anna e Alessandro ci raccontano come funziona la scuola in India

    Anna e Alessandro

    Da Treviglio e Firenze in India per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio "dia del nino"

    Quanto è diversa la mia scuola rispetto alla mia italianauna lezione che non farei mai in Italia, l’organizzazione delle lezioni, il rapporto con i compagni e i professori, il metodo d’insegnamento e di studio, l’impatto...

    Alessia

    da Parma in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    La mia seconda casa

    Ho sempre delle difficoltà a scrivere una storia riguardo alla mia esperienza qui ad Hong Kong: troppi fatti da raccontare, troppi bei posti da descrivere e soprattutto troppi pensieri in testa. Vorrei avere una videocamera che registrasse...

    Camilla

    Da Torino ad Hong Kong per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here