Il paese
Spiagge dorate a Sud, montagne e foreste a Nord, distese di risaie a Nord-est, villaggi isolati e metropoli ipercaotiche, imponenti templi buddisti e affollatissimi mercati di frutta e spezie... questa è la Thailandia
 
Personaggi
Bhumibol Adulyadej, conosciuto anche con il nome di Rama IX, è il regnante più longevo della storia del mondo. Ha governato per 63 anni
 
Cucina
Per dire “sto andando a mangiare” si usa spesso “sto andando a mangiare riso”, ma la cucina thailandese è molto varia: vi sono tanti piatti che meritano di essere assaggiati, dotati di sapori anche molto diversi fra loro
 
Lo sapevi che...
I giovani thailandesi, arrivati all’età di 17 anni hanno la possibilità di trascorrere un periodo con i monaci buddhisti, per accrescere la conoscenza degli insegnamenti del Buddha e migliorare il loro karma

Thailandia

Una monarchia dai grandi numeri, la Thailandia: grande come la Spagna, ospita sul suo territorio circa 35.000 templi e 27.000 varietà di orchidea, fiore nazionale.

Lingua

Thailandese

 

Popolazione

68.1 milioni

 

Fuso orario

+6 o +5 ore

 
L’alfabeto thai, che ha le radici presso la cultura Khmer della Cambogia, si compone di 44 consonanti, almeno 28 forme vocaliche e 4 indicatori di tono. Non solo i numeri: anche i suoi animali sono grandi. Il più amato e venerato è l’elefante bianco, sacro al buddhismo, simbolo di pace e prosperità in tutta l’Asia. La sua leggenda travalica ogni umana comprensione: avrebbe infatti fecondato la donna che doveva generare Buddha.I PROGRAMMIAnche AFS Thailandia offre “grandi numeri”, proponendo i programmi annuali, semestrali e bimestrali, tutti caratterizzati dall’ospitalità presso una famiglia thailandese e dalla frequenza di una scuola superiore. Durante tutti i programmi, i Centri locali possono organizzare attività facoltative come gite, feste e corsi di cucina il cui costo può essere a carico dello studente.
Per tutti i programmi è richiesta una buona conoscenza della lingua inglese, certificata da almeno due anni di studio e verificata nel corso delle selezioni di Intercultura mediante un test.
Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/09/2001 31/07/2004 a luglio 2019 a maggio 2020
Semestrale 01/09/2001 31/07/2004 a luglio 2019 a dicembre 2019
Bimestrale 01/09/2001 30/06/2004 a luglio 2019 a agosto 2019
UN ANNO O UN SEMESTRE IN THAILANDIA
I thailandesi la chiamano “città della gioia eterna”: è la capitale Bangkok, dove atterrano i partecipanti all’arrivo. Prima di raggiungere le famiglie ospitanti, AFS Thailandia organizza un primo incontro di formazione in inglese per avvicinare i nuovi arrivati alla cultura e alle usanze thailandesi, introducendo l’affascinante lingua thai.
Nel corso dell’anno si susseguono altri incontri di formazione; il primo di questi ha luogo a livello locale, e permette ai partecipanti AFS
di comprendere meglio le usanze di questo popolo estremamente legato alla tradizione ma in forte crescita.
A 5-6 mesi dall’arrivo è la volta del secondo appuntamento, previsto solo nel programma annuale, durante il quale gli studenti riflettono e valutano l’andamento dell’esperienza a metà del soggiorno.
A tutti i partecipanti è infine rivolto l’ultimo incontro di formazione, poco prima del rientro, dedicato alla verifica dell’anno o dei sei mesi trascorsi in Thailandia e alla preparazione al ritorno.
Un aspetto molto apprezzato dagli studenti è l’incontro di formazione specifica organizzato da Intercultura, da ritenersi fondamentale prima della partenza per la Thailandia: un fine settimana, solitamente a giugno, per prepararsi in modo adeguato alla cultura e all’esperienza thailandese.A SCUOLA IN THAILANDIA (PROGRAMMA ANNUALE E SEMESTRALE)Sette e mezza di mattina, decine di classi numerose (fino a cinquanta alunni ognuna), studenti in uniforme che cantano l’inno nazionale nel momento solenne dell’alzabandiera: non è una data speciale, ma il classico inizio della mattinata di lezioni in Thailandia. La scuola è una parte fondamentale nella vita dei giovani thailandesi, che la frequentano dal lunedì al venerdì. Gli studenti stranieri sono inseriti in istituti con insegnamento bilingue che offrono programmi speciali (“English Program”) per i quali è previsto l’insegnamento di alcune materie in inglese, altre in thai, o altre lingue straniere. Gli insegnanti, che godono di grande rispetto a scuola come nella comunità, concordano solitamente con i partecipanti il carico didattico. Gli studenti AFS iniziano la scuola ad anno scolastico già in corso; esso comincia infatti a metà maggio e termina a marzo, con una pausa per le vacanze di ottobre. I partecipanti AFS devono inoltre provvedere all’acquisto della divisa scolastica e richiedere alla scuola il certificato di frequenza completo delle votazioni ottenute nel semestre e nell’anno.Il programma annuale in boarding schoolAFS Thailandia propone anche un programma annuale in residenza scolastica (formula boarding school), riservato agli studenti più ambiziosi e motivati a raggiungere un buon livello di padronanza della lingua.
Il programma prevede il soggiorno presso la scuola superiore Makutmuang Ratchawittayalai, nella provincia di Rayong (Thailandia orientale). Gli studenti italiani verranno ospitati presso la residenza scolastica della scuola, una per i maschi ed una per le femmine, e potranno dormire presso la famiglia ospitante per un weekend al mese, oltre alle eventuali vacanze. Ogni studente verrà sistemato in una stanza da 6 e avrà un armadio personale; la residenza possiede inoltre una stanza in condivisione al piano terra con TV e computer. La scuola provvederà alla colazione e alla cena e fornirà agli studenti una piccola somma di denaro per poter acquistare il pranzo nella mensa scolastica. È presente, inoltre, un piccolo supermercato interno.
Presso la scuola, gli studenti seguiranno generalmente il programma degli ultimi due anni che comprende: lingua e cultura Thai, lingua inglese, arte e musica, educazione fisica, matematica, scienze (fisica, chimica, biologia e scienze della natura), informatica; inoltre, si richiede un livello medio di lingua inglese.IL PROGRAMMA BIMESTRALEOspiti di famiglie thailandesi, i ragazzi italiani avranno la possibilità di trascorrere sette settimane in Thailandia, frequentando una scuola locale che prevede l’inglese come lingua d’insegnamento di alcune materie. Queste scuole offrono inoltre alcune attività extracurricolari (come ad es. cultura, lingua, danza, cucina thailandese, ecc.) che daranno ai partecipanti la possibilità di confrontarsi con i loro compagni di classe thailandesi e al tempo stesso di approfondire l’inglese immersi nella cultura e nella calda ospitalità di questo Paese. All’arrivo a Bangkok, i ragazzi partecipano a un incontro di formazione in cui i volontari di AFS presentano informazioni specifiche sulla Thailandia e consigli utili per affrontare i primi giorni nella nuova comunità ospitante, che raggiungono in treno o in bus appena finite le attività. Gli studenti si riuniscono poi poco prima della fine del programma, per un incontro di valutazione conclusivo e per prepararsi insieme al rientro in Italia. Il programma potrebbe prevedere per le prime due settimane il coinvolgimento in attività culturali e di utilità sociale, dopodiché l’inserimento nella scuola.LA VITA NELLA “TERRA DEI SORRISI”Takroo? Ram thai? Sono due sport tradizionali, il primo una sorta di calcio-pallavolo e l’altro una danza tipica, che i thailandesi amano praticare nel loro tempo libero. Le scuole organizzano varie attività extracurriculari dopo le lezioni, tra cui corsi di musica e arte oppure lezioni di meditazione tenute dai monaci buddisti dei templi.
La Thailandia è infatti un Paese molto legato alla tradizione e alle usanze buddiste, da cui deriva una cultura dell’ospitalità e del rispetto per tutti. Gli anziani sono tenuti in grande considerazione e anche se spesso entrambi i genitori lavorano, nelle famiglie si resta molto uniti, collaborando insieme per mantenere la casa in ordine.
La famosa cucina thai si basa principalmente sul riso, accompagnato da carne, pesce e verdure cucinati con salse agrodolci, piccanti o speziate. Il consumo dei latticini è piuttosto ridotto, dati i costi elevati e la difficile reperibilità di questi prodotti.
Risulta molto difficile trovare famiglie disposte a ospitare ragazzi vegani, celiaci e fumatori, ricordando che fumare indossando la divisa scolastica è assolutamente inaccettabile. Secondo le norme delle scuole, i ragazzi devono portare i capelli corti.
I ragazzi che fanno domanda per un programma in Thailandia devono essere in buona salute e non devono avere particolari restrizioni mediche o forti allergie.
Il paese

Religione

Il 95% della popolazione è buddista; questa religione influenza profondamente la vita quotidiana dei thailandesi. Esiste una piccola minoranza di religione musulmana e cattolica. La libertà di culto è garantita dalla Costituzione.

Clima

È tipicamente tropicale, con temperature lievemente più basse nei mesi che vanno da novembre a febbraio, e una stagione delle piogge da maggio a ottobre. Il resto dell’anno è molto caldo e umido.

Lingua

Il Thai è la lingua ufficiale, ma ogni regione ha il proprio dialetto tipico utilizzato quotidianamente. L’inglese viene insegnato nelle scuole superiori e nelle università, ed è conosciuto da una ristretta fascia della popolazione.
  • Prossimo paese

    Filippine

    7.107 isole che formano un immenso arcipelago che prende il nome da Filippo II, re spagnolo colonizzatore di questo magnifico territorio: ecco le Filippine, ufficialmente Republika ng Pilipinas in tagalog.

  • Prossimo paese

    Spagna

    Il Paese è ben descritto da una frase dello scrittore americano Robert Littel: “La Spagna ha molto da offrire al visitatore: la sensazione di trovarsi d’improvviso in un altro continente; la novità di paesaggi vasti e selvaggi, le memorie – nell’architettura, nei nomi, nelle usanze – della passata d…

  • Prossimo paese

    Perù

    “Uno scrittore non sceglie i suoi argomenti, sono questi ultimi a sceglierlo” dice il Premio Nobel per la Letteratura Mario Vargas Llosa. E quale Paese più ricco di storie e leggende poteva affascinare il celebre scrittore sudamericano, se non la sua terra natìa, il Perù?

  • Prossimo paese

    Islanda

    “Noi, il popolo dell'Islanda, vogliamo creare una società giusta, dove tutti hanno uguali opportunità. Le nostre differenti origini ci arricchiscono come comunità e tutti insieme sentiamo la responsabilità di trasmettere l'eredità degli avi: la terra e la storia, la natura, la lingua e la cultura”.…

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here