Benefici fiscali

Poiché Intercultura e la sua Fondazione sono Onlus, tutte le donazioni ed erogazioni godono di benefici fiscali, basta solo scegliere se dedurre o detrarre l’importo donato.
Se si è una persona fisica, un imprenditore individuale, un lavoratore autonomo, un socio di società di persone (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e società di fatto ad esse equiparate dalla lettera b del comma 3 dell’art. 5 del D.P.R. 917/86) si può scegliere di:

  • detrarre dall'imposta lorda il 35% (30% in caso di donazione alla Fondazione) dell'importo donato fino a un ammontare complessivo in ciascun periodo di imposta non superiore ad € 30.000. (art. 83, comma 1, del DLgs. 117/2017)
  • dedurre dal reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (art.83, comma 2 D. Lgs. 117/2017).
Se si è un'impresa, ovvero sia una società di capitali (società per azioni, società a responsabilità limitata, società in accomandita per azioni), una cooperativa, un consorzio o un ente di diverso tipo pubblico o privato, che abbia per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali, si può scegliere di:

  • dedurre dal reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (art.83, comma 2 D. Lgs. 117/2017)
Si ricorda che:
  • il contribuente deve effettivamente aver sostenuto la spesa nel corso dell’anno di imposizione (principio di cassa) e questa deve essere rimasta a suo carico;
  • il documento di spesa deve essere idoneo ai fini fiscali (fattura, ricevuta, bollettino postale ecc.) e riportare la data del pagamento;
  • il pagamento dovrà avvenire attraverso strumenti tracciabili (tramite banca o ufficio postale ovvero mediante assegni bancari e circolari). Per le erogazioni effettuate con carta di credito è sufficiente la tenuta e l’esibizione, in caso di eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria, dell’estratto conto della società che gestisce la carta. In caso di versamento con bollettino postale occorrerà conservare le ricevute del versamento. In caso di pagamento con bonifico bancario o RID sarà sufficiente conservare l’estratto conto;
  • le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra loro.