I vostri sono i volti del mondo

Volontari

del Centro Locale di Bari

In un’importante cornice come quella della Sala Consigliare del Comune di Bari, ma in un clima semplice e conviviale, si è svolta la cerimonia di premiazione delle borse di studio F. Divella S.p.A. a favore di 4 studenti vincitori dell’omonimo concorso.
I ragazzi, Paola dell’Istituto “Lenoci” e Anna dell’Istituto “Pascali” partiranno alla volta dell’Irlanda; Luca e Stefania dell’Istituto “Elena di Savoia”, partiranno rispettivamente alla volta degli USA e della Russia.

Alla presenza del Sindaco di Bari Antonio Decaro, oltri i 4 vincitori e i loro genitori, gli studenti stranieri della “Settimana di Scambio” promossa dal centro Bari Sud con il patrocinio del Comune: Alice dalla Germania, Beatriz dal Brasile, Dab dagli USA, Civan dalla Turchia, Maisa dalla Finlandia, Nabil dal Paraguay, Obdulio dall’Honduras, Sun dalla Thailandia, un caleidoscopio di Paesi e di giovani risorse alla scoperta della opportunità offerta loro da Intecultura.

Nella sala, il Vicesindaco Pierluigi Introna, il Capo Gabinetto Vito Leccese, il Cavaliere del lavoro Vincenzo Divella, i dirigenti scolastici Cataldo Olivieri dell’Istituto Tecnico Lenoci e Carlo De Nitti dell’Istituto Elena di Savoia, la Prof Palmiotta dell’Istituto Pascali – De Nittis, il Consigliere d’Amministrazione di Intercultura Alberto Fornasari, la Referente Regionale per lo Sviluppo del Volontariato Emanuela Di Chiara Stanca erano presenti e giunti per l’occasione ad esprimere il proprio contributo e a sottolineare con la loro presenza l’importanza dell’evento.

“È bello vedere in questa sala i vostri volti" - ha detto il Sindaco ai ragazzi presenti, omaggiati successivamente di una maglietta rappresentativa della città di Bari.

I vostri sono i volti del mondo. Volti diversi ma che condividono le stesse passioni, che studiano e si preparano al futuro, si preparano ad affrontare la vita. Mi fate venire un pensiero, quello della speranza in un mondo migliore, un mondo più accogliente, integrato. E lo dico da Sindaco di una città di mare, che da secoli accoglie popoli e culture, e che ha visto partire e arrivare migliaia di persone.

Qualche giorno fa, per esempio, ho avuto l’onore di consegnare le chiavi della città di Bari in maniera simbolica a Ermal Meta, vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo. Questo ragazzo,a 13 anni, è arrivato a Bari dall’Albania, nella città di San Nicola, forse il santo più venerato al mondo, il santo ecumenico per eccellenza, che ha visto e ancora vede passare genti in fuga dalle guerre, dalla fame ma anche da storie diverse. Ermal, a Bari, ha potuto coltivare i suoi sogni e le sue passioni.
Come voi ragazzi che oggi siete qui per arricchire le vostre conoscenze.Ringrazio i volontari di Intercultura che portano avanti questo straordinario lavoro insieme alle scuole, agli insegnanti, alle tantissime famiglie che scelgono di vivere questa esperienza di scambio e di crescita. Godetevi il più possibile la città perché in questo periodo è incantevole. Un grazie particolare anche alla Divella per il sostegno che ha offerto agli studenti impegnati in questo percorso di conoscenza del mondo.

Il dott. Vincenzo Divella ha preso quindi la parola - Vorrei che l’iniziativa della Divella fosse seguita anche da tante altre realtà. Ecco perché ho già detto alla Dott.ssa Silvestri che dovremmo aprire all’Assoindustria, alla Confindustria, in modo che avvertano le proprie imprese che ci può essere questa possibilità cioè di vivere per un periodo all’estero, di arricchirsi umanamente e culturalmente e di tornare però nel territorio di origine per farlo crescere. Questi quattro ragazzi non avrebbero potuto raggiungere tali destinazioni senza il nostro supporto. Noi l’abbiamo permesso e speriamo che tante altre aziende ed Enti permettano ai giovani che sono il nostro futuro di poter vivere in altri modi e io sono convinto che i 4 ragazzi torneranno più acculturati e pronti ad iniziare un’altra vita che va oltre quella scolastica. Per cui sono io che ringrazio Intercultura per avermi dato la possibilità di partecipare a quest’importante iniziativa..
Non sono mancate le parole dei borsisti premiati. Paola, per esempio, in rappresentanza dei quattro borsisti ha espresso la propria gratitudine e palese entusiasmo. "Sono molto onorata e grata di essere qui quest’oggi” – ha detto - “Sono fiera di poter salutare voi presenti a nome degli studenti che partiranno con Intercultura grazie al generoso contributo di Divella e sono felice di potermi definire a partire da oggi una studentessa di AFS Intercultura. Ringrazio anche a nome delle nostre famiglie e comunità scolastiche, il Cav. Vincenzo Divella e l'azienda. Senza il loro contributo, non sarebbe per noi stato possibile pensare di poter vivere questo scambio interculturale e vederlo realizzato. La loro presenza attenta agli ideali dei giovani ci permette di essere qui oggi, ma sopratutto di sperimentarci all'estero domani, dandoci le ali per volare altrove, conoscere e imparare, e tornare qui arricchiti e accresciuti. Che altro aggiungere.. non vedo, non vediamo l'ora di salire su quell'aereo, pronti a dare il via a questa esperienza che oggi inauguriamo insieme, un sogno iniziato mesi fa che finalmente si concretizza!”

“E’ stato molto emozionante” ha dischiarato Anna Verna, borsista Divella. “Quando ho deciso di partecipare al concorso l’ho fatto con la speranza di riuscire e vincere la borsa, senza negarmi la ragionevole consapevolezza che avrei potuto anche non farcela. Eravamo in tanti al concorso. Non ho mai smesso di crederci, però. E adesso sono qui”. Ha continuato - “E’ stato un onore stringere la mano al cavaliere Divella e sapere che esistono industriali che credono nei giovani, credono nella possibilità di regalare una grande opportunità a degli studenti come me. E ringrazio Intercultura per tutta la organizzazione e per il progetto di investimento sul nostro futuro.”

Volontari

del Centro Locale di Bari

  • Prossima Storia

    Una tradizione canadese

    Nella mia scuola qui in Canada c’è una tradizione: quando qualcuno si diploma, o, per un motivo o per un altro deve lasciare quelli che sono stati i suoi compagni e i suoi professori, appende il lucchetto del suo armadietto al cancello...

    Mariacristina

    Da Reggio Calabria in Canada per tre mesi

  • Prossima Storia

    Il primo mese in Costa Rica

    Sono qui in Costa Rica da praticamente ormai quasi un mese e tutto va alla grande. Sarà per il fatto che è la novità, che mi trovo bene però spero sarà cosi tutta la mia esperienza. Con la scuola all'inizio...

    Irene

    Da Roma in Costa Rica per sei mesi

  • Prossima Storia

    Indossare Panama

    Questa esperienza ormai sta giungendo al termine ed il tempo passa più veloce che un piacevole fine settimana libero da stress e pensieri, una delle tante metafore con le quali descriverei Panama. Tra i tanti ricordi che affiorano alla...

    Matteo

    Da Potenza a Panama per un anno

  • Prossima Storia

    I miei primi, intensi giorni all'estero

    Decidi di scrivere nel momento in cui vuoi ricordare ogni minimo dettaglio di un anno che probabilmente ti segnerà. Sono Rosaria e ho 17 anni, ho deciso di partecipare al concorso di Intercultura per dare una svolta alla mia vita, un...

    Rosaria

    Da Crotone in Repubblica Dominicana per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here