Jeg snekker litt norsk... Litt...
Parlo un po' di norvegese... un po'...

Sofia

Da Mantova in Norvegia per un anno

Sto studiando norvegese nelle ore di buco a scuola perché ne ho 5 a settimana... E ovviamente anche a casa! Devo impararlo il prima possibile se voglio che i miei compagni di classe mi parlino e mi prendano in considerazione!
Purtroppo per loro è come se non esistessi e questa cosa mi fa stare abbastanza male. È da un mese che cerco di parlare con loro ma ogni volta che chiedo qualcosa la risposta è solo "si" o "no"!
Qui studio biologia, fisica, chimica, e tedesco oltre alle materie obbligatorie. Le cose che sto facendo qui in tutte le materie le ho studiate in Italia 3/4 anni fa. Ho fatto amicizia con i ragazzi della dance and music class ma li vedo solo per pranzo. Sono molto carini e gentili con me, mi abbracciano e salutano sempre quando mi vedono.
Qui studio biologia, fisica, chimica, e tedesco oltre alle materie obbligatorie

La mia mamma ospitante, con la quale mi trovo benissimo, mi ha detto che nella mia zona, a differenza del resto della Norvegia (lei ha abitato nel nord e nella costa est), i teenager sono molto timidi e non si interessano a nuove persone, soprattutto quelli che frequentano il mio corso.
La settimana scorsa sono andata al mio primo party norvegese grazie ai ragazzi della dance and music class che mi hanno invitata!
Con il cibo...beh, io non ho mai avuto problemi, quindi mi sono adattata subito! La cosa difficile è cucinare qualcosa di italiano perché non si trovano gli ingredienti giusti... Ma ci si arrangia in qualche modo!
La cosa difficile è cucinare qualcosa di italiano perché non si trovano gli ingredienti giusti... Ma ci si arrangia in qualche modo!La natura, la vivacità e la disponibilità delle persone norvegesi (over 20) mette tanta allegria ma purtroppo io sono capitata nella classe dei timidoni! Spero che la situazione migliori entro Natale! I don' give up!

Sofia

Da Mantova in Norvegia per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio anno in Costa Rica

    Credo di non essere la prima a scrivere sul proprio anno all’estero, lontano dalla propria famiglia, dal proprio paese e da tutte le persone care. Fare l’anno all’estero non è così semplice come sembra: è...

    Giada

    Da Civitavecchia in Costa Rica per un anno

  • Prossima Storia

    E' come stare sulle montagne russe!

    I 5 mesi passati qui li descriverei paragonandoli alle montagne russe con tutte le salite e le discese che le rendono così speciali. La mia esperienza qui è stata piena di momenti bellissimi e magici con la mia famiglia ed i miei...

    Matilde

    da Jesi in Indonesia per un anno

  • Prossima Storia

    L'Australia è un Paese vivo

    L'Australia è un Paese vivo. La terra è rossa, la natura è rigogliosa e i canguri saltellano ai lati delle strade di campagna. Le persone sono solari e rilassate ed è davvero raro incontrare un australiano arrogante. Ricordo...

    Francesca

    Da Gorizia in Australia per due mesi

  • Prossima Storia

    Da Vadodara a Bruxelles per difendere i diritti umani: la storia di Augusta

    Ho frequentato il liceo classico di Città di Castello (Perugia) e nel 2010-2011 ho trascorso un anno a Vadodara (Gujarat, India) con Intercultura. La scelta di questo Paese è avvenuta sulla scia di una spinta più emotiva...

    Augusta

    da Perugia in India per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here