La Svizzera, così vicina, ma così diversa

Chiara

Da Firenze in Svizzera per un anno

Esiste un piccolo Paese giusto al nord dell'Italia, conosciuto per il suo cioccolato e il suo formaggio. Questo fa certo parte della sua cultura, ma il ricordo che la Svizzera mi lascia sono sicuramente i suoi magnifici paesaggi. Come probabilmente molti di voi, amo viaggiare e, grazie a una mitica carta chiamata "Abbonamento Generale", ho potuto visitare ogni angolo di questo incredibile Paese. Nei miei viaggi, mi hanno accompagnato mia sorella ospitante, gli altri studenti stranieri, ma anche gli amici che ho trovato qui.
La Svizzera è il Paese perfetto per gli amanti delle lingue

Al contrario di quello che si dice, gli svizzeri non sono così freddi e distanti, bisogna solo saperli prendere. Grazie alle lunghe giornate di scuola che potevano durare fino alle 16.40, avevo molto tempo da passare con i miei compagni di classe e, durante le "ore bianche" (di pausa), mi hanno insegnato "le Chibre/Jass", gioco di carte svizzero di cui mi sono innamorata.

Come avete notato, il gioco ha due nomi! Perché sì, la Svizzera è il Paese perfetto per gli amanti delle lingue.
Ci sono 4 lingue ufficiali; la maggior parte della gente parla svizzero tedesco (badate bene che differisce molto dal tedesco normale!), i cantoni vicino alla Francia come il mio parlano francese, e verso il sud-est ci sono minoranze italiane e romance. Fin dall'inizio ho amato questo poliglottismo, vedere qualsiasi pannello tradotto in tutte le lingue, sentire gente per la strada parlare una lingua diversa dalla tua perché ti trovi in una "città bilingue".
Ho amato il mio anno di scambio, che mi ha dato ancora più voglia di viaggiare, conoscere il mondo, andare là fuori

Inutile dire che ho amato il mio anno di scambio, che mi ha dato ancora più voglia di viaggiare, conoscere il mondo, andare là fuori. Io ho iniziato con un piccolo passo: la Svizzera, così vicina, ma così diversa.

Chiara

Da Firenze in Svizzera per un anno

  • Prossima Storia

    Lasciarsi alle spalle le proprie paure

    Ho passato un bel po’ di tempo pensando a cosa potessi scrivere per evidenziare un solo mio cambiamento dovuto a questa esperienza, ma la verità è che è totalmente impossibile scegliere. Questa esperienza è...

    Claudia

    Da Bari in Norvegia per un anno

  • Prossima Storia

    In Cina per sfatare stereotipi

    La Cina è un Paese vastissimo che conta oltre 1.6 Miliardi di persone, non tutte uguali, ognuna di loro ha volti e pensieri diversi. Ecco il primo stereotipo che ho sfatato riguardo questo Paese. Partiamo dall’inizio però......

    Gaetano

    da Bergamo in Cina per un anno

  • Prossima Storia

    Dobbiamo essere ottimisti

    "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa" In occasione dei 100 anni dell'Afs, e dei quasi 60 anni della sua costola italiana Intercultura, l'ex borsista ora ai vertici del colosso di Seattle racconta quell'esperienza...

    Diego Piacentini

    Senior Vice President, Amazon, con Intercultura nel 1977/78

  • Prossima Storia

    Un premio per Roberto Toscano

    Il 3 marzo 2016, il Presidente della Fondazione Intercultura, Roberto Toscano, è stato premiato dall'ambasciatore del Cile in Italia, Fernando Ayala, assieme ai diplomatici che durante il golpe di Pinochet riuscirono a proteggere centinaia...

    Roberto Toscano

    Già Ambasciatore d’Italia in Iran e India, con Intercultura nel 1960/61

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here