Laboratorio "Cittadini dello stesso pianeta": l'esperienza degli studenti stabiesi

Prof.ssa Mariella Leone

insegnante di lingua inglese dell'Istituto "L. Sturzo" di Castellammare di Stabia

Cosa significa Intercultura?
È stata la prima domanda che ho fatto ai miei studenti, per prepararci all’incontro-laboratorio con i volontaridell’Associazione Intercultura di Castellammare di Stabia, perché questa parola suonava nuova ai miei alunni, sospesi ormai da un anno in un "mondo" finora sconosciuto.

Alunni che ho visto in presenza poco meno di un mese, e che vedrò in presenza, probabilmente il prossimo settembre. Eppure, la nuova normalità fatta di distanza non esclude la possibilità che l’interazione culturale si fermi. Anzi, al contrario, può creare nuove opportunità di scambio, che annullano la lontananza fisica.

Il laboratorio ha dato ai ragazzi la possibilità di indagare sulle proprie emozioni, sulle esperienze vissute durante questo lungo anno di pandemia, sul significato della cittadinanza attiva, guidati dai volontari di Intercultura e dalle testimonianze date dagli studenti partiti per un programma di studio all’estero con Intercultura.

Laboratorio "Cittadini dello stesso pianeta": qualche immagine della lezione online

Cosa vuol dire essere “cittadini dello stesso pianeta”?

Gli obiettivi dell’Agenda 2030 presi in esame, in particolare il 4 (Istruzione di qualità), il 5 (Parità di genere) e il 10 (Ridurre le disuguaglianze), hanno aiutato i ragazzi a concentrarsi sul futuro e sulla necessità di vivere con maggiore consapevolezza questa nuova sfida globale. Tutti, occhi sbarrati e orecchie puntate hanno ascoltato, annotato, approfondito e poi discusso con me, una volta finito l’incontro.

Emozioni tante, consapevolezza anche. Al termine dell’incontro, si è alzato un coro di voci:

“Ascoltare le testimonianze delle studentesse partite con Intercultura, è stato fantastico…Hanno reso quella cultura “tanto” diversa dalla loro, quella che sembrava così lontana, propria, portandola nel cuore e imparando a vivere in un ambiente fuori dalla loro “comfort zone””
“Cittadino/a del mondo interculturale, è così che mi hanno fatto sentire. E tra qualche anno vorrò avere le loro stesse esperienze”
“Scuole diverse, culture diverse. Strutture e aspettative diverse, eppure il mondo è unico. E dovrebbe essere lo stesso per tutti noi”.
“Un laboratorio bellissimo, quanta felicità si percepiva. Viaggiare, conoscere nuove culture, imparare ad accettare l’altro è una ricchezza infinita. Adesso ho capito cosa vuol dire esattamente Intercultura”

Questa esperienza è stata davvero molto positiva per me e per i miei alunni, perché ci ha insegnato a non dare mai per scontato la bellezza del confronto con l’altro!

Prof.ssa Mariella Leone

insegnante di lingua inglese dell'Istituto "L. Sturzo" di Castellammare di Stabia

  • Prossima Storia

    Tra natura e tradizioni in Repubblica Slovacca

    Riportiamo qui di seguito alcune testimonianze degli studenti delle classi IIA e IIB del Liceo Classico di Nova Siri, che hanno partecipato ad uno scambio di classe con la Slovacchia a Trebisov." Eravamo tutti in ansia: chi non aveva mai preso...

    Studenti classi seconde del Liceo Classico di Nova Siri

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Repubblica Slovacca

  • Prossima Storia

    Un'olandese a Bari

    Quest'anno scolastico è iniziato con una piacevole novità: nella mia scuola, il Liceo Cartesio di Triggiano, in provincia di Bari, dove insegno lingua e letteratura inglese, è arrivata Lina, una graziosissima ragazza olandese...

    Anna Catacchio

    Insegnante presso il liceo Cartesio di Triggiano, Bari

  • Prossima Storia

    C'è tanto da imparare dalla Turchia!

    Riportiamo le testimonianze di un gruppo di studenti dell'IIS "A. Ruiz" di Augusta (SR) che hanno partecipato a uno scambio di classe con la Turchia, nella città di Adana. "E' inutile dire che è stata una vacanza senza eguali....

    Studenti dell'IIS "A. Ruiz" di Augusta (SR)

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Turchia

  • Prossima Storia

    Una studentessa come le altre

    Uno dei possibili rischi dell'insegnamento è il fatto che, una volta entrati nella propria classe, ci si possa trincerare dietro il libro di testo, o dietro il proprio ruolo, "dimenticando" il mondo e le drammatiche urgenze del reale.La...

    Cinza Capano

    Insegnante presso l'Istituto Scolastico Nomentano di Roma

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here