Il paese
Ovunque ti trovi in Svizzera, non sei mai a più di 16 km di distanza da un lago
 
Personaggi
Il Premio Nobel per la Pace è stato assegnato due volte a svizzeri: al fondatore della Croce Rossa, Henry Dunant (1901), e ad Elie Ducommun e Charles-Gilbert Gobat (1902), dell'allora Ufficio internazionale per la pace
 
Cucina
Il Rösti è un piatto della cucina svizzera tedesca a base di patate. La sua importanza per la cultura elvetica è tale che il confine fra la Svizzera tedesca e quella francese viene chiamato Röstigraben, "fossato del Rösti"
 
Lo sapevi che...
Le lingue parlate in Svizzera sono quattro: il tedesco, il francese, l'italiano e il romancio. Molti cantoni sono plurilungue, perché i confini fra loro non ricalcano quasi mai i confini linguistici

Svizzera

“La Svizzera intera non è, per così dire, che una gran Città, le di cui strade larghe e lunghe più che quella di S. Antonio, sono seminate di foreste, tagliate da montagne, le cui case sparse, e isolate non comunicano fra loro, che per mezzo di giardini Inglesi”.

Lingua

Tedesco / Francese / Italiano / Romancio

 

Popolazione

8.1 milioni

 

Fuso orario

0 ore

 
D. Cirillo, scrittore italiano, trovò le parole giuste per descrivere questo Paese, il cui forte senso di appartenenza non si fonda sulla condivisione di radici etniche, linguistiche o religiose, bensì su un percorso storico comune, sui fondamenti istituzionali del federalismo e della neutralità, e in parte sull’orgoglio di rappresentare un caso particolare in Europa e nel mondo.
I PROGRAMMI
AFS Svizzera offre due tipi di programmi, annuale e trimestrale.

Gli studenti italiani in partenza per un programma annuale sono ospitati in cantoni di lingua tedesca. Raramente possono essere offerte possibilità di ospitalità in quelli di lingua francese.

Nel caso del programma trimestrale, alle famiglie dei candidati è richiesto l’impegno ad ospitare uno studente straniero nello stesso periodo del soggiorno all’estero del/la figlio/a.

Per poter seguire da subito le lezioni, AFS Svizzera richiede già una buona conoscenza della lingua (tedesco o francese) alla partenza: B1 per il programma trimestrale, A2 per il programma annuale. Il livello di lingua dovrà essere certificato e corrispondere all’effettiva conoscenza della lingua da parte dello studente. In mancanza di questo requisito entro la metà del mese di aprile non sarà possibile accedere al programma trimestrale mentre, per il programma annuale, lo studente dovrà frequentare un corso di lingua intensivo all’arrivo a suo carico.
Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/08/2000 31/07/2002 a metà agosto 2018 a luglio 2019
Trimestrale (Tedesca) 01/04/2000 31/07/2002 a metà agosto 2018 a dicembre 2018
L'ANNO...
Il programma annuale offre numerose attività per gli studenti, che a Zurigo vengono accolti dalle famiglie o dai volontari per poi raggiungere la comunità ospitante.
L’Associazione svizzera prevede due incontri di formazione con i partecipanti a livello regionale, uno alcune settimane dopo l’arrivo, l’altro circa sei settimane prima del rientro a casa. Nel primo appuntamento, i ragazzi hanno l’opportunità di confrontarsi con gli altri studenti sulle prime impressioni della Svizzera, la sua cultura e le difficoltà di adattamento iniziali, mentre nel secondo incontro vengono dedicati due giorni alla valutazione finale dell’esperienza e alla preparazione del ritorno in Italia.

L’Associazione e i Centri locali possono organizzare altri eventi ed escursioni opzionali a livello locale o nazionale, con costi a carico del partecipante; in primavera, per esempio, AFS Svizzera invita gli studenti a partecipare a una settimana di campo – solitamente in montagna, con un contributo di circa 85€ – durante la quale studenti e volontari si dedicano ad attività per la salvaguardia della natura.


...O IL TRIMESTRE
Questo programma rientra nel progetto “Trimestre di Cittadinanza Europea” coordinato dall’EFIL (European Federation of Intercultural Learning, federazione delle principali organizzazioni AFS europee e mediterranee), che prevede attività di approfondimento e confronto sul tema della Cittadinanza Europea. Qualche settimana dopo l’arrivo, i ragazzi si riuniscono a livello regionale per confrontarsi con i volontari sull’andamento dell’esperienza e l’impatto con la cultura svizzera.

Negli ultimi giorni del trimestre è previsto che i 200 ragazzi che partecipano a questo programma in circa 20 Stati europei si ritrovino a Bruxelles. Nella “Capitale d’Europa” gli studenti visitano il Parlamento Europeo e i principali luoghi d’interesse, prendendo parte ad attività in lingua inglese e riflettendo insieme sull’esperienza vissuta, sull’apprendimento interculturale e sulla cittadinanza europea. Per maggiori informazioni si veda il sito del progetto www.ectp.eu.

A SCUOLA
La Maturitätsschule – la scuola superiore svizzera - si divide in quattro rami: classico, scientifico, linguistico e commerciale. Quello svizzero è un sistema scolastico con una impostazione particolarmente accademica che richiede un impegno costante da parte degli alunni e in cui l’attenzione è rivolta alla parte didattica, tralasciando le attività extracurriculari.

I corsi offerti variano a seconda dell’indirizzo, ma in ogni caso gli orari (7:30-16:00 dal lunedì al venerdì, alcune scuole anche sabato mattina) e le discipline di base (lingua, storia, matematica, geografia, biologia ed educazione fisica) sono comuni a tutte.

L’anno scolastico inizia ad agosto/settembre e termina a giugno/luglio, intervallato da alcune settimane di vacanza che variano in base al cantone di cui fa parte l’istituto.
FAMIGLIA E TEMPO LIBERO
Il cioccolato è solo uno dei tanti dolci tipici svizzeri, ma non c’è da allarmarsi poi così tanto: la dieta svizzera è piuttosto equilibrata e il consumo di frutta e verdura è piuttosto consistente, le famiglie infatti sono molto ben disposte a ospitare studenti vegetariani. A cena è comune preparare un pasto freddo che viene condiviso da tutta la famiglia riunita dopo la giornata scolastica o lavorativa. I genitori e i fratelli ospitanti ci tengono ad accogliere gli studenti AFS come membri pienamente inseriti nella realtà familiare, condividendo sia i momenti di festa che quelli di lavoro ed impegno. I giovani, soprattutto, quando non dedicano il tempo ai parenti, praticano sport e passano le giornate con gli amici o facendo corsi di musica o arte.

È importante sapere che è molto difficile trovare famiglie disposte a ospitare fumatori: i ragazzi dovranno sottoscrivere un documento in cui si impegnano ad astenersi dal fumare durante il programma. Allo stesso tempo, la maggior parte delle famiglie ha un animale domestico in casa per cui è difficile ospitare studenti che hanno allergie agli animali.
Il paese

Religione

La Svizzera non ha una religione di Stato e la libertà di culto è garantita. La parte francofona e quella di lingua tedesca sono perlopiù protestanti (calvinista la prima, luterana la seconda), mentre la parte di lingua italiana e quella meridionale sono in genere cattoliche.

Clima

Abbastanza variabile in funzione delle zone e, soprattutto, della posizione sul livello del mare. È generalmente abbastanza simile a quello delle regioni alpine in Italia: freddo e neve durante l’inverno, fresco (gradevole) nei mesi estivi.

Lingua

La Svizzera ha quattro lingue ufficiali a seconda dei cantoni: il tedesco, parlato dal 65% della popolazione, il francese, parlato dal 23%, l’italiano (il 9%, solo in due dei 26 cantoni svizzeri, il Ticino ed il Grigioni), e una minoranza linguistica che parla il romancio (una lingua simile al ladino parlato in alcune regioni alpine italiane).
  • Prossimo paese

    Serbia

    “Siamo un popolo molto orgoglioso, e l’aver vissuto momenti difficili ci rende ancora più fieri di quello che siamo”. A dirlo è il più famoso serbo del momento, Novak Đoković, uno dei migliori tennisti al mondo.

  • Prossimo paese

    Polonia

    Un Paese pieno di storia che non dimentica il passato, ma che guarda al futuro con speranza, lavorando per costruire una società sempre più aperta e multiculturale.

  • Prossimo paese

    Ecuador

    Diviso tra emisfero australe e boreale, l’Ecuador è un piccolo Paese della fascia andina che conserva innumerevoli tesori coloniali, la maggior parte dei quali dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.

  • Prossimo paese

    Norvegia

    Basta dare un’occhiata alla cartina per capire perché la Norvegia è chiamata “Terra dei fiordi”: il Mar di Norvegia si ramifica verso l’interno, fin quasi a raggiungere il suo cuore.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here