Impressioni indonesiane

Raja

Da Lodi in Indonesia per un anno

Già prima del risveglio, i respiri vengono scanditi dal calore delle prime ore del giorno. L'alba preme insistente sull'oscurità, quasi a voler catturare lo splendore delle mille stelle che popolano i cieli e rendersi ogni giorno più luminosa, ogni giorno diversa.
Le strade si animano di affollata solitudine e, dalla via che conduce al villaggio più vicino, compare una ragazza dai lunghi capelli neri, destinati ad essere preda dei raggi di un sole sempre più invadente. Si fa largo tra i vicoli stretti, attendendo il passaggio di motorini inafferrabili. L'uniforme del lunedì le sta stretta e pare imbarazzata mentre si sistema la lunga gonna color indaco. Alza lo sguardo, scoprendo gli occhi a mandorla contornati da folte ciglia e si appresta ad osservare quell'angolo di vita che ormai conosce a memoria. Non si rassegna però, brilla di stupore e meraviglia mentre scruta i muri deteriorati e i banchetti alimentari appena aperti. Le spezie piccanti, l'odore di fritto e il carbone fumante della griglia si perdono nell'aria: un nuovo ossigeno dal retrogusto di erbe aromatiche e fragranze mistiche.

I viali sconnessi accolgono le forme più varie di trasporti: gli angkot blu da cui straboccano studenti di tutte le età, i pullman turistici più eleganti, le biciclette malmesse, le carrozze guidate da signori dalla pelle scura e il sorriso incastrato in una smorfia. Il cielo cristallino incornicia e contrasta questo vivere policromo, attenuando il disordine.
L'uniforme del lunedì le sta stretta e pare imbarazzata mentre si sistema la lunga gonna color indaco.

Cartoline dalla splendida isola di Bali

Esistenze cullate dalla mano calda di una spiritualità tenace e salda, tra templi imponenti e moschee dalle cupole ricamate, tra pratiche esoteriche, superstizioni e canti in lingue antiche. L'elevarsi di foreste pluviali ai margini di metropoli contaminate, le risaie senza fine interrotte da omini colorati, il fascino di vulcani da cui si odono lamenti e sussulti, l'oceano increspato e delirante, dall'acqua umile, preziosa e casta.

Indonesia, terra magica filtrata dal chiarore di un lume ancora debole, ma ricco di abbagli taciuti.

Raja

Da Lodi in Indonesia per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio primo giorno di scuola giapponese

    Eccomi qui, ancora mezza destabilizzata dopo la giornata di oggi ma con tante cose da raccontare. Si, oggi è stato un giorno importante, quel giorno che le mamme di tutto il mondo immortalano con le classiche duecentoventidue fotografie...

    Cecilia

    Da Como in Giappone per un anno

  • Prossima Storia

    Dobbiamo essere ottimisti

    "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa" In occasione dei 100 anni dell'Afs, e dei quasi 60 anni della sua costola italiana Intercultura, l'ex borsista ora ai vertici del colosso di Seattle racconta quell'esperienza...

    Diego Piacentini

    Senior Vice President, Amazon, con Intercultura nel 1977/78

  • Prossima Storia

    Quattro settimane nell'isola di Smeraldo

    Si sa bene che quattro settimane all'estero non possono essere paragonate ad un'esperienza di un anno o sei mesi lontani dalla propria casa, eppure il mese che ho passato a Dublino è stato uno dei migliori della mia vita e che ripeterei...

    Laura

    Da Brescia in Irlanda per un'estate

  • Prossima Storia

    Oggi, come vent'anni fa, la mia vita a Santo Domingo

    Sono ricercatrice e docente universitaria di letteratura spagnola e mi reco spesso a Santo Domingodove ho rapporti con diverse università e con il Ministero di Cultura. Tutto questo lo devo al mio anno in Repubblica Dominicana (1995/96),...

    Marina

    in Repubblica Dominicana, da Monza, nel 1995...e back again!

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here