Un'olandese a Bari

Anna Catacchio

Insegnante presso il liceo Cartesio di Triggiano, Bari

Quest'anno scolastico è iniziato con una piacevole novità: nella mia scuola, il Liceo Cartesio di Triggiano, in provincia di Bari, dove insegno lingua e letteratura inglese, è arrivata Lina, una graziosissima ragazza olandese che ha deciso di frequentare un anno scolastico in Italia – cosa che ha potuto fare grazie all'aiuto di Intercultura.All'inizio avevo delle perplessità circa questa esperienza che per me era nuova, e non riuscivo a valutare quanto impegno avrebbe richiesto e quanto io sarei stata all'altezza della situazione: sarei stata capace di far sentire ben accolta e integrata questa ragazza olandese? Alla fine di quest'anno scolastico, però, devo dire grazie a Lina perché è riuscita ad arricchire con la sua presenza la vita scolastica dei suoi compagni e dei suoi docenti.
Devo dire grazie a Lina perché è riuscita ad arricchire con la sua presenza la vita scolastica dei suoi compagni e dei suoi docenti

  • Lina mentre studia a casa
  • Lina e le sue amiche mentre vanno a scuola

La vita di scuola italiana di Lina

Quando la nuova studentessa olandese, esile, bionda e con dei meravigliosi occhi azzurri, è arrivata a scuola, tutti i maschietti si sono innamorati di lei e hanno fatto a gara ad avvicinarla e a scambiarci qualche parola (tutti hanno cercato di sciorinare il meglio del loro inglese). Lina ha lavorato sodo e, anche se ci sono stati all'inizio dei momenti di sconforto per la difficoltà della lingua (io ho cercato di esserle vicina in tutte le situazioni di difficoltà, organizzando il curriculum più adeguato alle sue esigenze e alle sue richieste), lei è riuscita nel giro di poco tempo ad imparare l'italiano così bene che molto spesso è stata presa come riferimento da quei suoi compagni di classe troppo spesso recalcitranti allo studio. Lina, infatti, è diventata motivo di stimolo a fare bene e meglio per molti della sua classe, motivo di sana competizione.
Le qualità di Lina hanno affascinato e fatto riflettere i suoi compagni, che forse, d'ora in poi, avranno un motivo in più per capire quanto sia importante lavorare duro per raggiungere i propri obiettivi e per realizzare i propri sogniLa sua integrazione è stata completa: la classe ora adora Lina e condivide con lei molte cose. Ho chiesto loro di preparare un lavoro in Power Point sul confronto tra le tre culture: italiana, inglese e olandese, e questo è stato per tutti un ulteriore momento per lavorare insieme, scambiarsi opinioni, informazioni e critiche. Qualche giorno fa, in prossimità della chiusura dell'anno scolastico, i compagni di classe hanno invitato Lina in pizzeria per festeggiare l'anno passato insieme e per dire addio a questa adorabile ragazza che ha avuto il coraggio e la determinazione di lasciare la sua famiglia, i suoi amici, le sue abitudini, le sue comodità per venire in Italia ad imparare la lingua di Dante, di Boccaccio, di Petrarca e di tanti altri meravigliosi scrittori e intellettuali del nostro bel Paese. Sono state queste le qualità di Lina, che hanno più affascinato e fatto riflettere i suoi compagni, che forse, d'ora in poi, avranno un motivo in più per capire quanto sia importante lavorare duro per raggiungere i propri obiettivi e per realizzare i propri sogni.

Leggi anche il racconto sulla vita in famiglia di Lina: "Finalmente una sorella!"

Anna Catacchio

Insegnante presso il liceo Cartesio di Triggiano, Bari

  • Prossima Storia

    Piccole ma grandi scoperte

    Da cinque giorni sono in Olanda, e continuo a pensare a come sono fortunata: ancora una nuova avventura grazie ad Intercultura, sempre diversa e per questo ancora più speciale.E' incredibile, ma dopo tanti anni continuo ad emozionarmi,...

    Monica

    Insegnante durante lo scambio di classe Augusta - Doentichem, Olanda

  • Prossima Storia

    Essere mobili, ossia essere più vivi

    Chelsea era australiana, con gli occhi azzurri e la voce sottile. Nella scuola dove insegno io entrano tutti i giorni eroi omerici, poeti e filosofi, qualche scienziato pure, ma un’australiana studentessa internazionale non era arrivata...

    Mariarita Semprini

    Insegnante presso il liceo Giulio Cesare di Rimini

  • Prossima Storia

    Sono pronta a riabbracciare un ragazzo diventato uomo

    Maddalena, Michela, Ludovico, Carlo, Riccardo, Maria Cristina, Ludovica, Chiara, Enrico…tanti nomi a cui corrispondono tanti volti, tanti occhi dentro i quali si specchia la vita nel suo continuo divenire. La loro storia nel mondo è...

    Anna Rita Faggiano

    Insegnante presso l'Istituto Scolastico Banzi Bazoli di Lecce

  • Prossima Storia

    L'ospitalità ci ha fatto sentire delle star!

    È difficile abituarsi a non essere delle star. Strana frase, no? Però è capace di esprimere cosa si prova tornando dalla Russia, dove ci siamo recati per una decina di giorni grazie a uno scambio culturale organizzato dalla...

    Una studentessa del Liceo Scientifico "G. Banzi Bazoli" di Lecce

    Partecipante ad uno scambio di classe con la Russia

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here