Il mio primo giorno di scuola

AA.VV.

I racconti dai ragazzi all'estero sul loro primo giorno di scuola

I racconti degli studenti all’estero con un programma di Intercultura sul loro primo giorno di scuola sono veramente tra i più vari.

C’è chi, nel più classico degli immaginari, incontra il proprio tutor per decidere assieme le lezioni da seguire, e chi è invitato a presentarsi davanti a tutta la scuola durante l’alzabandiera, in una lingua che è ancora tutta da imparare!

Indipendentemente da dove siano, comunque, una cosa è certa: per tutti, questo primo giorno di scuola, sarà indimenticabile.
  • <div>Ero all'interno dell'auditorium e aspettavo il mio turno per le audizioni della rappresentazione teatrale...'Piccole Donne'! Ero molto nervosa e dubbiosa per la lingua, la pronuncia delle parole...ma sono riuscita a passare l'audizione!! -Elena, Stati Uniti</div>
  • Uno dei momenti che sicuramente non scorderò è il mio primo giorno di scuola. Mi sono svegliata presto perché ero molto ansiosa e alle 7 ero già pronta: arrivata lì ho conosciuto il direttore della mia scuola, una persona semplice, simpatica e sempre disponibile, che mi ha accompagnata verso la mia nuova 'turma', la mia classe, come la chiamano qui... -Cristiana, Brasile
  • Aperta la porta, i miei compagni, ansiosi di conoscermi, sapevano già chi fossi e avevano tutti quanti il sorriso stampato in faccia pronti ad accogliermi, mi fissavano e mi scrutavano... -Cristiana, Brasile
  • Subito la prof lì presente mi abbraccia e si presenta dandomi il benvenuto con un cartellone che i miei compagni avevano fatto per me con le mie foto e le due bandiere: del Brasile e dell'Italia! -Cristiana, Brasile
  • Eccomi ritratta nei miei primi giorni di scuola in Thailandia. Sono stata accolta con molto affetto dai miei compagni e dai professori! -Anna, Thailandia
  • Il primo giorno di scuola, uno per volta dei compagni si è presentato e mi ha dato una rosa. -Anna, Thailandia
  • Nei giorni successivi ho fatto tantissime attività con i miei compagni, tra cui una gita scolastica con tutti i ragazzi della mia classe...-Anna, Thailandia
  • ...e diverse lezioni di thai music con uno strumento tipico, il la-nah. -Anna, Thailandia
  • <div>Alle 6 suona la prima di una serie di sveglie per andare a scuola. Alle 8.00 viene suonato l'inno nazionale e praticata la preghiera buddista, questo è il tradizionale inizio di una giornata scolastica thailandese. -Eleonora, Thailandia</div>
<div></div>
  • Il primo giorno di scuola di Giorgio -Giorgo, USA
  • Eccomi qui, nella mia nuova scuola in Cile, mentre studio un occhio di mucca! -Emma, Cile
  • Il mio primo giorno di scuola, appena sono entrata nella classe tutti mi sono venuti in contro per accogliermi e siccome era anche il mio 18esimo compleanno mi hanno preparato una super torta con i palloncini! -Giorgia, Paraguay
  • Qui il rapporto con i professori è completamente diverso c'è un rapporto di amicizia ci si abbraccia, bacia... È non rimanere sconvolto se non troverai il solito banco, se quando piove l'acqua entra in classe... È tutto normale! -Giorgia, Paraguay
  • Mi trovo a Maracaju, piccolo paesino nel Nato Grosso do Sul, e qui indossavo una 'camiseta', ossia una maglietta che abbiamo usato durante i 3 giorni di giochi all'interno della scuola: è stato molto bello poter partecipare! E la mia classe è davvero fantastica, mi hanno accolto nel migliore dei modi! -Giulia, Brasile
  • La divisa è solo una delle tante differenze tra la scuola italiana e quella thailandese: qui c'è un grande rispetto per gli insegnanti, gli studenti devono sempre salutarli per primi praticando il wai e devono abbassarsi passando o stando loro accanto, perché non possono stare allo stesso livello; e la cosa che mi ha sorpreso di più è che bisogna stare scalzi in classe e nei corridoi! -Manuela, Thailandia
  • Il primo giorno di scuola mi sono presentata alla mia classe, mettendo a caso delle parole in portoghese una dopo l’altra perche’ so ancor pochissimo, ma il silenzio e la voglia di ascoltare dei miei compagni era tanta. Terminata la presentazione, molti di loro sono venuti subito a conoscere quello che avevo da raccontare, ed è stato uno dei momenti più confortanti: sei la novità ed è molto bello quando tutti vogliono sapere di te e della tua esperienza. -Paola, Brasile
  • Non appena sono entrata in classe sono stata raggiunta dai miei nuovi compagni che mia hanno abbracciato come se fossi loro amica da anni, hanno poi iniziato a farmi mille domande. La classe ha dato poi inizio a una piccola festicciola per l'arrivo mio e di un altro studente tailandese. Non mi sono sentita mai sola o esclusa, ma sempre parte di un grande gruppo di persone che si vogliono bene e questa sensazione è la stessa che provo tutti i giorni. -Valentina, Brasile
  • Sono sotto il centro locale di Ghandinagar (la capitale del Gujarat) , ma vivo in un villaggio di nome Kadi che è il primo anno che ospita studenti, distante 30 minuti sia da Ahmedabad, sia da Ghandinagar. -Andrea, India
  • Mi sono agghindato così perché il 25 agosto in India si festeggia il Janmashtami ,ovvero la festa per la nascita di Lord Krishna, che è uno degli dei più importanti dell'induismo. -Andrea, India
  • Poiché in india si festeggiano tutti i festival anche a scuola (questo in particolare), la mattina è stato organizzato uno spettacolo nel quale ho preso parte nel ruolo di Krishna, ed è stato molto bello. -Andrea, India
  • La parte divertente però è iniziata dopo lo spettacolo poiché ho dovuto scattare una quantità infinita di foto. Per concludere, dalle 8.30 alle 11 ho passato la mattinata a fare il pallini rossi (tilak) in fronte a praticamente tutti gli studenti della scuola. E' stata una giornata veramente bella! -Andrea, India
  • <div>Appena entro nella mia nuova classe vedo una quarantina di occhi a mandorla puntati su di me e vengo assalita da centinaia di domande che riguardano me, l'Italia e la mia scelta di venire in Thailandia. -Eleonora, Thailandia</div>
<div></div>
  • <div>Restare a scuola fino alle 16.00 può sembrare pesante, ma essendo una scuola più leggera della nostra non lo è. La scuola thailandese è vista dai ragazzi come un punto di incontro, infatti è aperta nel weekend ed a volte anche alla sera. -Eleonora, Thailandia</div>
<div></div>
  • Dopo un respiro profondo sono entrato in classe, il professore di letteratura era già in classe e la lezione stava per iniziare, così ho visto il primo banco vuoto e mi ci sono fiondato cercando di non dare troppo nell'occhio per non fare figuracce, ma ovviamente mi stavano guardando tutti! - Tullio, India
  • L'inizio della mia scuola, il primo settembre a Sigulda -Simone, Lettonia.
  • Il mio primo giorno di scuola alla Hebei Tangshan Foreign Language school! -Juliette, Cina
  • Dopo scuola il giovedì ho le lezioni di swordfighting, dove imparo a combattere con spade e bastoni. -Sonia, Thailandia
  • Ogni olandese che si rispetti troverà sempre il modo di prendere la bicicletta almeno quattro o cinque volte al giorno: che sia per fare la spesa, per portare fuori il cane, o per andare a scuola -Asia, Olanda
  • Per la prima volta abbiamo indossato una divisa, abbiamo visto tanti altri ragazzi e ragazze vestiti come noi. Tutto ci sembrava molto diverso! Entrate in classe, abbiamo visto dei banchi molto più piccoli di quelli italiani che, come primo impatto, ci sembravano quelli dell'asilo e ci siamo dette: 'Ma come, ci sediamo lì?!' -Fabiola e Alessia, Cina
  • Il professore inizia a spiegare a tutti chi sono,in indonesiano ovviamente, e io non capisco nulla; quindi mi chiede di presentarmi e di scegliere un posto a sedere. Per me era indifferente, ma ci fu il caos! Tutti volevano avermi di fianco o perlomeno vicino, forse era solo un'altra buona occasione per fare ancora più rumore, ma fu comunque piacevole -Viola, Indonesia
  • <p>I miei compagni mi hanno accolto benissimo fin da subito! Hanno realizzato un cartellone, appeso nel corridoio fuori dalla classe, con i colori della bandiera italiana con su scritto 'Benvenuta Sabiana'.Inoltre, la mattina del 5 Settembre hanno fatto un festicciola in classe portando una deliziosa torta e facendomi sentire sempre più parte integrante della classe -Sabiana, Argentina</p>
  • La scuola è davvero fantastica, tipica scuola americana, con armadietti decorati, ogni professore ha la sua aula e a ogni suono di campanella bisogna alzarsi per cambiare classe. Si indossano le divise, ogni scuola ha la propria, con il proprio stemma e ogni ragazzo deve saperla trattare con cura! -Jlenia, Honduras
  • Abbiamo sfilato per ricordare i valori principali che qualsiasi scuola deve avere per iniziare un buon anno scolastico: pace, amore e fratellanza! -Giorgia, Honduras
  • Anche se la scuola è davvero molto dura, e difficile, tutte le studentesse che fino ad ora ho conosciuto sono delle fantastiche persone, sempre disponibili e con il sorriso sulla bocca, felici di aiutarti!  Non potevo chiedere un inizio migliore! -Arianna, Hong Kong
  • Ginevra all'aeroporto accolta dalla sua famiglia ospitante
  • Ginevra a Chichenitza
  • In gita con la famiglia di Ginevra

Racconti da tutto il mondo sul primo giorno di scuola

Vuoi leggere altri racconti sul primo giorno di scuola? Eccone altri:

Chiara in Cile, "Sto vivendo un sogno"

Francesca in Cile, "Il primo di tanti giorni emozionanti"

Luca in Brasile, "Un sogno sconvolgente"

Davide in Brasile, "Un inizio incoraggiante"

Luca negli USA, "Come in un film"

Matilde negli USA, "Un nuovo mondo"

Caterina negli USA, "Finora tutto bene"

Alessandra negli USA, "Stanca ma felice"

Camilla negli USA, "Primo giorno di scuola? Andato!"

Beatrice in Australia, "Il mio primo giorno di scuola in Australia"

Vittoria in Australia, "Una scuola diversa"

Natacha in Thailandia, "Una scuola molto accogliente"

Silvia in Thailandia, "Sono ancora incantata come il primo giorno"

Carlotta in Thailandia, "Ogni giorno m'insegna qualcosa"

Matilda in Malesia, "L'entusiasmo dei miei compagni malesi"

Tullio in India, "Il mio primo giorno di scuola in India"

Asia in Olanda, "Le mie prime tre settimane in Olanda"

Arianna a Hong Kong, "La scuola di Hong Kong"

Fabiola e Alessia in Cina, "Il nostro primo giorno di Boarding School in Cina"

Viola in Indonesia, "Paura e felicità: il mio primo giorno di scuola in Indonesia!"

Sabiana in Argentina, "Paesi così simili ma così diversi"

Jlenia in Honduras, "Gioia ed entusiasmo nella scuola hondurégna"

Noemi nelle Filippine, "Lavoro di squadra"

Giulia in Perù, "Ce la posso fare"

Fabiana in Russia, "Un primo giorno speciale"

Anna e Alessandro in India, "Un anno di scuola in India"

Alessia in Honduras: "Il mio dia del nino"

Fabiana in Russia: "Il mio Mar Nero"

Penelope in Argentina: "Una tipica giornata a scuola"

Giorgia in Russia: "Il giorno del sapere"

Ludovica in Svezia: "Enjoy the Swedish School system!"

Irene in Lettonia: "A mio agio nella nuova scuola lettone"

Carlotta in Cina: "E così un nuovo anno scolatico è iniziato"

Giorgia in Argentina: "Il mio primo dia al colegio"

Simone in Germania: "Senza Pensieri"

Sophie in Argentina: "La mia scuola in Argentina"

Giuseppe in Indonesia: "Prime impressioni"

Se la tua curiosità ancora non è stata soddisfatta, leggi altre storie qui!


E se vuoi sentire i racconti dalla viva voce degli studenti all'estero, ascolta il podcast di Caterpillar

AA.VV.

I racconti dai ragazzi all'estero sul loro primo giorno di scuola

  • Prossima Storia

    Imparare a nuotare con un ritmo diverso

    Indonesia...INDONESIA??? Ebbene sì, sto facendo il mio anno all'estero in Indonesia e ne vado fiera. Perchè? Perchè sto imparando moltissime cose, cose che non si trovano sui libri e che non si studiano a scuola: lezioni...

    Elenamartina

    Da Milano in Indonesia per un anno

  • Prossima Storia

    Lo sapete cos'è il carnevale vegano?

    Lo sapete cos’è il carnevale vegano?In molti prima di partire mi dicevano "Davvero vuoi andare in Repubblica Dominicana? Lì non imparerai nulla, è un Paese del terzo mondo" oppure "Passerai un anno al mare e in spiaggia...

    Desireè

    Da Vicenza in Repubblica Dominicana per un anno

  • Prossima Storia

    Sudafrica: il Paese interculturale per eccellenza!

    All’inizio, quando mi fu assegnato il Sudafrica come destinazione da Intercultura, rimasi un po’ senza parole, un po’ perché inizialmente speravo (stupidamente) in altri paesi, e un po’ perché non sapevo...

    Dario

    Da Roma in Sudafrica per due mesi

  • Prossima Storia

    Conoscere l’America… tifando i Golden Rams

    Ciao a tutti, mi chiamo Valentina e sono arrivata da circa venti giorni a Natrona Hights, in Pennsylvania. La mia scuola è situata nella stessa città, a circa 10 minuti da casa.Prima di iniziare la scuola, insieme agli altri cinque...

    Valentina

    Da Alessandria negli USA per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here